Il segreto per padroneggiare le difficoltà.

Quale potere mistico dà agli uomini tenaci l’abilità di gestire le situazioni
difficili? Forse la tenacia genera nella mente umana un’attività chimica o spirituale che ci permette di accedere a forze sovrannaturali? O forse è
l’Intelligenza Infinita a mettersi dalla parte delle persone che, dopo aver perso la
battaglia, continuano a lottare contro ogni possibilità avversa?
Questi erano gli interrogativi che mi assillavano mentre osservavo uomini
come Henry Ford che, iniziando dal nulla e facendo leva quasi solo sulla tenacia,
aveva costruito un impero economico di enormi proporzioni. O come Thomas
Edison che, con meno di tre mesi di istruzione, riuscì a diventare l’inventore più<

br> famoso al mondo, trasformando la sua tenacia nel fonografo, nella cinepresa,
nella lampadina a filamenti incandescenti di tungsteno e in tantissime altre invenzioni.
Ho avuto il privilegio di studiare a fondo sia Ford sia Edison,(trovate un film autobiografico su questo link) , potendoli quindi analizzare ; parlo con cognizione di causa quando asserisco che non ho trovato in loro altra dote all’infuori della caparbietà
che potesse lontanamente spiegare le stupende realizzazioni.
Esaminando in modo obiettivo i profeti, i filosofi, i capi religiosi e gli autori
di miracoli del passato, si è indotti alla conclusione inevitabile che la tenacia, la
concentrazione degli sforzi e la chiarezza di intenti sono sempre state al centro
delle loro imprese.
Prendiamo a esempio la strana e affascinante storia di Maometto,
compariamo la sua vita con quella dei moderni personaggi di successo in campo
industriale e finanziario: non possiamo non notare un tratto in comune: la
tenacia!
Se siete interessati a capire lo strano potere che infonde forza alla tenacia,
leggete una biografia di Maometto, in particolare quella scritta da Essad Bey.