Il segreto per energizzare il subconscio e avere successo

L’energia del subconscio.

Le possibilità creative del subconscio sono meravigliose e imponderabili, tali da
incutere timore e rispetto.
Quando devo trattare questo argomento, sono sempre vessato da un
complesso di inferiorità che forse è dovuto al fatto che le conoscenze umane
sono ancora purtroppo molto carenti.
Dopo aver accettato la reale esistenza del subconscio e capito le sue
possibilità in quanto strumento per tramutare i desideri in obiettivi pratici,
afferrerete il significato globale delle istruzioni fornite negli articoli precedenti .
Capirete anche perché vi abbia spesso esortato a chiarire i vostri intenti,
mettendoli per iscritto per meglio focalizzarli. Comprenderete inoltre la
necessità di essere tenaci nell’eseguire le istruzioni.
In precedenza vi ho esposto i princìpi fondamentali, che sono gli stimoli, per acquisire la capacità di influenzare il<

br> subconscio. Se non ci riuscite la prima volta, non fatevi scoraggiare dal
fallimento. Ricordate che il subconscio può essere guidato volontariamente solo
mediante le abitudini . Forse non avete ancora avuto il tempo per imparare a
gestire la fiducia personale: siate pazienti, tenete duro.
Fra poco ripeterò frasi già usate negli articoli precedenti per corroborare i
vantaggi offerti dal subconscio. Non dimenticate che esso agisce in modo
volontario, anche se non applicate alcuno sforzo per influire sul suo
funzionamento. Ne consegue che anche i pensieri di paura e di povertà e tutti gli
stimoli negativi attivano il subconscio, a meno che non riusciate a padroneggiare
tali impulsi, alimentandolo con vivande più appetibili.
Il subconscio non è ozioso, non sta con le mani in mano! Se trascurate di
seminarvi desideri positivi, si nutrirà dei pensieri che lo raggiungono a causa
della vostra negligenza. Ci siamo già dilungati sugli impulsi mentali, positivi o
negativi, spiegando che accedono continuamente al subconscio, in particolare attraverso le quattro fonti menzionate nell’articolo precedente sulle intuizioni.
Per il momento, vi basti ricordare che si vive giorno per giorno, in mezzo a
ogni genere di impulsi mentali che colpiscono il vostro subconscio senza che ne siate consapevoli. Alcuni impulsi sono costruttivi, altri nocivi. Adesso dovete
cercare di escludere l’afflusso dei pensieri negativi e contribuire a influenzare il
subconscio con desideri positivi.
Essendo in grado di farlo, possedete la chiave che apre la porta del
subconscio. Se il vostro controllo è completo, nessun pensiero degradante e
pernicioso vi dominerà mai.
Tutto ciò che creiamo inizia sotto forma di impulso mentale: l’uomo non crea
nulla se prima non lo concepisce come fattibile nel pensiero. Grazie al concorso
dell’immaginazione, tali impulsi sono ordinabili in progetti e programmi
organizzati. La fantasia messa sotto regime di controllo può essere impiegata per
inventare piani che ci permettono di avere successo nella professione che
abbiamo scelto.
Tutti gli impulsi della mente da tradurre nel corrispettivo concreto e
volontariamente trapiantati nel subconscio devono transitare dall’immaginazione
ed essere arricchiti con la fede. La “commistione” tra fede, progetti e obiettivi da sottoporre al subconscio va fatta solo per mezzo dell’immaginazione creativa.
Da ciò emerge che l’uso volontario del subconscio richiede la coordinazione
e l’applicazione di tutti i princìpi del successo.