Il potere dei grandi sogni

Noi che siamo impegnati nella corsa alle ricchezze dovremmo essere
incoraggiati dal fatto che questo mondo in continuo mutamento richiede nuove
idee, nuove tecniche, nuovi capi, nuove invenzioni, nuovi metodi didattici, nuovi
libri, nuovi modi di commercializzazione, nuova letteratura, nuovi programmi
televisivi, nuove idee teatrali e cinematografiche.

Sottesa a questa domanda di
rinnovamento e miglioramento, vi è una qualità che dobbiamo possedere per
vincere la corsa: la chiarezza di intenti, la conoscenza di ciò che si desidera e il
desiderio ardente di possederlo.
Noi che desideriamo arricchirci dovremmo ricordare che i veri capi del
mondo sono sempre stati gli uomini che hanno messo in pratica e sfruttato le
forze immateriali delle occasioni allo stato latente, convertendo queste forze (o
impulsi mentali) in grattacieli, cittĂ , fabbriche, aeroplani, automobili e tutte le
altre comoditĂ  che rendono piacevole la vita.
Nel tentativo di accaparrarvi le ricchezze, non permettete a nessuno eli
indurvi a beffeggiare i sognatori. Per vincere la corsa in questo mondo mutevole,
dovete assimilare lo spirito dei grandi pionieri del passato che, coi loro sogni,
hanno dato alla civiltà tutto ciò che vi è di prezioso, lo spirito che è la linfa vitale
del nostro paese: l’opportunitĂ  di sviluppare e mettere a disposizione i propri
talenti.
Se la cosa che desiderate è giusta, e ci credete, procedete e agite in base a
essa! Realizzate il vostro sogno e non ascoltate ciò che dice la “gente”, anche se
andrete incontro a una momentanea sconfitta, perchĂ© forse “loro” non sanno che
ogni fallimento incorpora il seme di un successo equivalente.
Edison sognò una lampadina elettrica, iniziò a mettere in pratica il suo sogno
e, nonostante diecimila esperimenti falliti, tenne fede all’idea e la fece diventare
realtĂ  concreta. I sognatori con un fine pratico non rinunciano facilmente!
Whelan sognò una catena di tabaccherie, trasformò la visione in azione
pratica e oggi la United Cigar Stores occupa i migliori angoli di strada di tutti gli
USA.
I fratelli Wright sognarono un apparecchio che potesse volare nel cielo:
adesso, possiamo vedere in tutto il mondo che il loro sogno era fondato.
Marconi sognò un sistema per usare le forze intangibili dell’etere. La prova
che non era un visionario sono le radio e le televisioni del mondo. Forse vi
piacerebbe sapere che i suoi “amici” lo fecero rinchiudere in manicomio quando
annunciò che aveva scoperto il principio grazie al quale inviava messaggi
attraverso l’etere senza servirsi di fili o altri mezzi fisici di comunicazione. I
sognatori odierni non devono quindi lamentarsi.

Il mondo attuale, infatti, è gremito di occasioni che i sognatori del passato
non hanno mai avuto.